Amministratori

Corte dei Conti. I debiti fuori bilancio non sono rateizzabili e debbono essere iscritti nel bilancio dell’anno in cui vengono riconosciuti

E’ la conclusione a cui giungono le sezioni riunite della Corte dei Conti (in fondo alla pagina) con riferimento al Comune di Napoli, di cui si sono occupate le cronache in questi giorni.

In particolare, i magistrati contabili affermano che “la nuova formulazione dell’articolo 183 TUEL, al comma 5, dispone che l’impegno deve essere registrato in bilancio “..quando l’obbligazione è perfezionata con imputazione all’esercizio in cui viene a scadenza..”. In relazione ai debiti fuori bilancio, che costituiscono obbligazioni perfezionate e scadute, ma non registrate in bilancio tempestivamente ai sensi dell’art. 183 TUEL, il principio della contabilità finanziaria 9.1 dell’allegato A/2 del d.lgs. n. 118/2011 dispone testualmente che “L’emersione di debiti assunti dall’ente e non registrati quando l’obbligazione è sorta comporta la necessità di attivare la procedura amministrativa di riconoscimento del debito fuori bilancio, prima di impegnare le spese con imputazione all’esercizio in cui le relative obbligazioni sono esigibili. Nel caso in cui il riconoscimento intervenga successivamente alla scadenza dell’obbligazione, la spesa è impegnata nell’esercizio in cui il debito fuori bilancio è riconosciuto”. Deve, conseguentemente, escludersi la possibilità di detrarre l’ammontare di quanto oggetto di accordi di rateizzazione, in quanto tali accordi riguardano i soli tempi di pagamento ed hanno effetto esclusivamente sulla cassa.”

testo della sentenza

3,716 Visite totali, nessuna visita odierna

More from Amministratori

TAR Lazio. Le ordinanze del Sindaco debbono avere proporzionata giustificazione

  (Valeria Rita Aversano) “L’adozione da parte del Sindaco di ordinanze contingibili e urgenti deve trovare motivata e proporzionata giustificazione rispetto alla situazione che si intende fronteggiare da un lato, nell’impossibilità di differire l’intervento ad altra data, in relazione alla … Per saperne di più

583 Visite totali, 1 visite odierne

Corte dei Conti: Sindaco, giunta e segretario responsabili per conferimento di incarico illegittimo

La sezione lombarda della Corte dei Conti (con sentenza in fondo alla pagina) prende in esame un caso che riguarda l’assunzione di un dipendente, a tempo determinato e con incarico di posizione organizzativa, oltre che vice segretario, a sua volta, … Per saperne di più

545 Visite totali, nessuna visita odierna

Corte dei Conti: il Sindaco non può assumere la funzione di responsabile del servizio finanziario

(Tommaso Buono) Importante sentenza della sezione regionale di controllo della Corte dei conti Lombardia (deliberazione 219/2015) relativa agli esiti del controllo sul rendiconto 2013 di un Comune bresciano sui mille abitanti, il cui riaccertamento dei residui attivi non è stato … Per saperne di più

2,134 Visite totali, 1 visite odierne