Corte dei Conti: Sindaco, giunta e segretario responsabili per conferimento di incarico illegittimo

UnknownLa sezione lombarda della Corte dei Conti (con sentenza in fondo alla pagina) prende in esame un caso che riguarda l’assunzione di un dipendente, a tempo determinato e con incarico di posizione organizzativa, oltre che vice segretario, a sua volta, già dipendente a tempo pieno del Ministero dell’Interno (Agenzia per la gestione dei segretari comunali) e non di un’amministrazione locale, come richiede l’art. 1, comma 557, della legge 311/2004.

La vicenda presenta diversi aspetti di interesse, oltre a quello esposto, perché i magistrati contabili, entrando nel merito della questione, contestano, tra l’altro, la “effettiva utilità” dell’incarico conferito, anche alla luce delle esigue giornate di presenza in servizio della persona incaricata (16 giorni in 5 mesi) e  l’impossibilità di conferire un incarico a soggetto già dipendente a tempo pieno di altra pubblica amministrazione.

La Corte decide attribuendo colpa grave sia al Sindaco e la Giunta (nonostante la mancata conoscenza delle norme) sia al segretario comunale in funzione della sua “figura professionale alla quale è per legge demandato un ruolo di garanzia”.

testo della sentenza

 

 

1,107 Visite totali, 1 visite odierne

19Shares

Lascia un commento